Liposuzione monte di venere

liposuzione monte di venere

La liposuzione del monte di Venere rimette in forma la tua femminilità

La liposuzione del monte di Venere è la tecnica più efficace (nonché permanente) per risolvere problemi di adipe in eccesso nella zona pubica.

Il pube (o “monte di Venere” o, ancora, “monte del pube”) è la zona triangolare che precede la vulva e che è definita lateralmente dalle pieghe inguinali e superiormente dall’ipogastrio, la parte inferiore dell’addome.

Il monte pubico è naturalmente caratterizzato dalla presenza di abbondante tessuto adiposo che può conferire, a volte, una forma a cuscinetto più o meno pronunciato. Questa zona del corpo aumenta di volume a partire dalla pubertà, anche perché è particolarmente sensibile agli ormoni estrogeni.

Che il pube sia leggermente gonfio è insomma un fatto normale e fisiologico e non deve destare preoccupazione. Per capirci non è insomma detto che un monte di Venere ben teso sia una prerogativa della giovinezza poiché le caratteristiche corporee dipendono dalla fisiologia di ciascuno e anche in giovane età si può avere un monte pubico più sporgente e morbido.

In alcuni, limitati, casi -collegati a variazioni del peso corporeo o a un eccesso di peso, ma anche alla genetica, alle gravidanze e all’invecchiamento- è necessario intervenire sul monte di Venere per renderlo più piatto e tonico e per eliminare l’eventuale presenza di pelle in eccesso. Per questo motivo si parla anche di “riduzione del monte di Venere”.

Si tratta in realtà di due interventi distinti e separati: se l’inestetismo consiste esclusivamente nell’eccesso di adipe si procede con la liposuzione o con trattamenti ancor meno invasivi (dipende dalla gravità della situazione di partenza), se, invece, occorre anche rimuovere pelle in eccesso si dovrà praticare un lifting del pube o un mix di entrambe le operazioni.

Hai davvero bisogno di una liposuzione del monte di Venere?

Se desideri modificare l’aspetto del monte di Venere esclusivamente per ragioni estetiche è possibile che il chirurgo di riferimento valuti l’operazione come inopportuna.

Occorre infatti ricordare che qualsiasi intervento chirurgo, anche quando poco invasivo come in questo caso, comporta dei rischi potenziali e non deve mai essere preso alla leggera né può essere giustificato alla luce delle tendenze (la “moda” del #monsplasty è nata nei social network statunitensi).

Presso i Centri Diventa® i nostri specialisti valutano con molta attenzione le ragioni di tipo psicologico che ti spingono a richiedere la liposuzione del monte di Venere, anche in base alle risultanze degli esami obbligatori pre intervento. Tali esami consistono nelle analisi ematochimiche, nella valutazione dell’assetto coagulativo, nell’indagine su eventuali allergie e nell’elettrocardiogramma.

La liposuzione del pube femminile è autorizzata in particolare in tutti quei casi in cui il disagio sofferto è tale da influire negativamente sulla tua vita (per esempio sotto forma di limitazione o, addirittura, compromissione della vita sessuale e sociale), quando il cuscinetto di grasso che si è formato non potrebbe essere smaltito nemmeno con un dieta né un regime di allenamento adeguati, quando il rigonfiamento del monte pubico è così eccessivo da essere visibile sotto i vestiti e procurarti per tale motivo imbarazzo.

Per comprendere la fattibilità dell’intervento di liposuzione del monte di Venere il chirurgo valuterà inoltre l’elasticità della tua cute, la tonicità dei muscoli interessati in quella regione, l’entità e la localizzazione del tessuto adiposo e la quantità di tessuto cutaneo in eccesso. Se però desideri una o più gravidanze la liposuzione del monte di Venere non è consigliata.

Liposuzione del monte di Venere e sue alternative

 

L’intervento di liposuzione del monte di Venere è poco invasivo, si svolge in regime di day hospital, in anestesia locale, con aggiunta di eventuale lieve sedazione farmacologica: è dunque indicato anche per soggetti facilmente impressionabili.

La liposuzione consiste, anche in questo caso, nel praticare minuscole incisioni attraverso le quali si inseriscono le cannule per aspirare il grasso in eccesso. A volte, in soggetti che ne presentano le caratteristiche, la liposuzione del monte di Venere è associata alla liposuzione dei glutei, dell’interno e dell’esterno coscia.

Il risultato finale dipende anche dalla tecnica scelta dallo specialista. In alcuni casi è per esempio più indicata una liposcultura, ovvero il riposizionamento del grasso prelevato dalla paziente stessa in punti che ne traggono giovamento: in questo caso l’operazione unisce elementi tipici della liposuzione classica con quelli del lipofilling. Altre volte occorre anche rimuovere la cute in eccesso nella zona pubica e il definitivo consolidamento dei tessuti può allora richiedere qualche settimana.

La liposuzione del pube femminile è un’operazione plastico-chirurgica vera e propria, ma anche la medicina estetica offre un aiuto alle donne che necessitano di interventi correttivi in questa zona dei propri genitali: senza ricorrere al bisturi si può, in alcuni casi, sottoporsi a intralipoterapia, radiofrequenza, criolipolisi o laserlipolisi, fondamentalmente con l’obiettivo di limitare la presenza del tessuto adiposo attravero l’uso di onde sonore o del freddo.

Non tutte le pazienti sono da considerarsi come candidati ideali per questi trattamenti, i quali non offrono il beneficio della definitività e permettono di conseguire risultati più modesti, seppure in certi casi del tutto adeguati alle aspettative.

Ancora una volta è richiesta allo specialista di riferimento una grande competenza per distinguere, di volta, quale trattamento o operazione produrranno per te i maggiori benefici.

Prima di un intervento di liposuzione del monte di Venere…

La preparazione di un intervento di liposuzione del monte di Venere richiede un tempo di circa due mesi da parte tua. Due mesi prima dovrai infatti smettere di fumare in quanto il rischio di complicazioni aumenta nei fumatori e rallenta la guarigione e i processi di cicatrizzazione.

A partire da un mese prima dovrai astenerti dall’assunzione di farmaci quali:

  • antinfiammatori non steroidei come Voltaren, Aulin, Oki, ecc.;
  • contraccettivi orali e ormoni estrogeni;
  • farmaci che contengono acido acetilsalicilico come Aspirina, Alka Seltzer, Vivin C, ecc.;
  • integratori vitaminici che contengono Vitamina E.

Prima di sottoporti all’operazione dovrai rimuovere lo smalto dalle mani e dai piedi e non assumere cibi e bevande dalla mezzanotte precedente.

Dopo un intervento di liposuzione del monte di Venere…

La convalescenza è veloce. Dopo circa due giorni si effettua la prima visita di controllo durante la quale vengono tolte le medicazioni compressive: da questo momento in poi ti sarà richiesto di indossare una guaina elastica traspirante per un periodo di 3 settimane.

Il chirurgo normalmente prescrive una terapia antibiotica e farmaci analgesici per controllare eventuali fastidi. Lo specialista raccomanderà anche di mantenere gli arti inferiori in moto, per favorire la circolazione sanguigna ed evitare patologie trombo emboliche.

Poiché la liposuzione del monte di Venere comporta una procedura di aspirazione non è da escludere la comparsa di un edema nella zona sottoposta ad intervento. Per facilitarne il riassorbimento si consiglia alle pazienti di non esporsi al sole fino a 2 mesi successivi alla liposuzione monte di Venere e di ricorrere all’aiuto dei massaggi linfodrenanti.

Potrai tornare al lavoro e a guidare l’auto dopo una o due settimane, mentre per riprendere l’attività sessuale dovrai attendere almeno 15 giorni.